Love & Rockets
ovvero: storie di donne perdute
Articolo di Fulvio Morlacchini

Nel luglio del 1982 uscì, per la casa editrice Fantagraphics, il primo numero di Love & Rockets, una rivista in bianco e nero dal formato 21.5 cm x 27.5 cm, soluzione editoriale alquanto atipica per un panorama fumettistico USA dominato dai comic books.
La sua storia editoriale si dipana fino al n.50 del luglio 1996. Tutte le storie apparse sulla rivista sono state raccolte negli Stati Uniti in quindici volumi. 

Gli Autori

Autori di tutte le storie che vi apparvero erano i tre fratelli Hernandez: Gilbert, Jaime e Mario, anche se quest’ultimo partecipò solo alla realizzazione dei primi numeri. Completamente autodidatti, autoprodussero le prime storie, che proposero nei primi mesi del 1982 alla redazione del Comics Journal, la prestigiosa rivista di critica USA.
Gary Groth, editore della Fantagraphics, rimase favorevolmente impressionato dall'arte dei tre fratelli e gli propose subito di pubblicare la loro rivista con cadenza periodica.
Di origine messicana ma residenti nel sud della California, gli Hernadez Bros., diedero così i natali a Love and Rockets (in italiano ‘Amore e Razzi’) che diventerà una delle punte di diamante del fumetto alternativo ed indipendente degli anni ’80 e ’90. 

Gilbert, che si firma col nomignolo Beto, realizzò una serie di storie, denominata Heartbreak Soup (ribattezzata in Italia ‘La zuppa del crepacuore’), prevalentemente ambientata in un piccolo villaggio del centroamerica, Palomar; mentre Jaime incentrò i suoi racconti su di un gruppo di giovani ragazze fortemente influenzate dalla cultura punk, tra cui spiccavano fra le altre Maggie e Hopey, diverse per carattere ma legate da una profonda amicizia. 

L'Opera

Quando si legge per la prima volta una storia di Love & Rockets si rimane inizialmente un po’ spiazzati. L’ambientazione è originale: villaggi di capanne, periferie e sobborghi abitati da punks e ragazze folli. Niente a che vedere con qualunque altro cliché consolidato dei fumetti. 
Le situazioni descritte sono ben lontane dagli standard dell’avventura o del comico pur racchiudendo entrambi i generi in una soluzione molto riuscita: ci sono momenti di poesia e di avventura così come spiritose gag alternate a momenti di grande malinconia. Non vi sono super esseri, come ci si aspetterebbe da un fumetto d’oltreoceano, anche se nelle prime storie vi erano contaminazioni fantastiche e apparizioni di dinosauri dovute alla forte influenza che esercitarono sui fratelli Hernandez i fumetti della rivista francese Metal Hurlant, tradotti in USA nella rivista Heavy Metal. Col tempo poi il realismo quotidiano avrebbe preso il predominio. 
Le storie degli Hernandez Bros. non rientrano in nessuna categoria del fumetto popolare, piuttosto se le si volesse collocare rientrerebbero nell’underground, anche se in Europa le si direbbe appartenenti al fumetto d’autore, vuoi per il contenuto che per il tratto originale. Non a caso Love & Rockets è stato pubblicato in USA da una delle più note case editrici indipendenti, la Fantagraphics, sotto il cui marchio viene realizzata tra l’altro la prestigiosa rivista di critica Comics Journal
Insomma Love & Rockets è popolata da personaggi inusuali: belle ragazze un po’ svitate, meccanici prosolari, giovani punk latinoamericani, procaci lottarici indurite dalla vita, uomini piccoli e donne travagliate, che passano la loro esitenza in piccoli villaggi dell’America Centrale attraversati da auto anni ’50.
Le vicende raccontate hanno come protagonista soprattutto un ricco universo di caratteri femminili: donne mature dalla forte personalità, giovani ragazze ribelli e sentimentali.  Soprattutto nei primi numeri le luci del palcoscenico sono tutte puntate sui personaggi femminili: Maggie, Hopey, Luba, Penny Century e le altre, che, al contrario di quanto accade nella maggior parte dei comics, popolati da belle femmine incarnazione degli ideali maschili, non sono stilizzati ma dotati di una buona caratterizzazione e di una ricca profondità psicologica. Le donne di Love & Rockets hanno tutte quelle ‘imperfezioni’ che le rendono umane, amabili e quindi più vive nell’immaginario del lettore. 

Il Tratto

Il disegno fa uso di un bianco e nero pulito, che ricorda la grafica nitida delle fanzine new wave dei primi anni ’80 o anche le luci e le ombre della tecnica xilografica, trae ispirazione inizialmente da Robert Crumb e dall’underground americano, ed è lo strumento di espressione di uno stile personalissimo e totalmente estraneo ai canoni della tradizione supereroistica USA. 
Nonostante il gusto piuttosto ‘europeo’, le storie, quando furono pubblicate in Italia, non riscossero gran successo di pubblico, anche se ottennero l’ovazione dalla critica. 

Love & Rockets in Italia

Alcune storie furono presentate (male) in Italia dalla casa editrice Comic Art negli anni’80, e solo da quest’anno, a parte sporadiche apparizioni, sulla rivista Lupo Alberto Magazine della Macchia Nera ed un fantomatico volume sempre edito da Macchia Nera nei primi anni '90, hanno visto finalmente luce due bei volumi brossurati, pubblicati dalla Magic Press, riproducenti fedelmente quelli dell’edizione USA. 
 
 

 Cronologia USA

  • Rivista Love & Rockets dal nr. 1 (luglio 1982) al nr. 50 (luglio 1996)
  • Sono stati date alle stampe i seguenti volumi, che raccolgono il materiale già apparso nella rivista ordinato per saghe:

  •  
    • Love & Rockets Book  1: Music for Mechanics
    • Love & Rockets Book  2: Chelo's Burden
    • Love & Rockets Book  3: Las mujeres perdidas
    • Love & Rockets Book  4: Tears from heaven
    • Love & Rockets Book  5: House of Ranging Women
    • Love & Rockets Book  6: Duck Feet
    • Love & Rockets Book  7: The Death of Speedy
    • Love & Rockets Book  8: Blood of Palomar
    • Love & Rockets Book  9: Files on the ceiling
    • Love & Rockets Book 10: Love & Rockets X
    • Love & Rockets Book 11: Wigwam Bam
    • Love & Rockets Book 12: Poison River
    • Love & Rockets Book 13: Chester Square
    • Love & Rockets Book 14: Luba Conquers the World
    • Love & Rockets Book 15: Hernandez Satyricon
     
  • Altri albi sempre legati a L&R:

  •  
    • 10 Years of Love & Rockets (albo celebrativo del decimo anniversario) 
    • Love & Rockets Bonanza 
    • Mechanics  (versione a colori di una delle prime avventure di Maggie)
    • Brain Capers (albo realizzato da Mario Hernandez)
     
  • Dal 1997, dopo la chiusura di L&R, i fratelli Hernandez hanno continuato separatamente a raccontare le avventure dei loro personaggi nei seguenti albi della Fantagraphics:

  •  
    • Maggie and Hopey Color Fun (di Jaime)
    • Whoa, Nellie! (mini di 3 di Jaime)
    • Birdland vol.1 (mini di 3 di Gilbert)
    • Birdland vol.2 nr. 1 (di Gilbert)
    • New Love (mini di 6 di Gilbert)
    • Luba nr. 1-2-3 (di Gilbert, in corso di pubblicazione)
    • Penny Century nr. 1-2-3 (di Jaime, in corso di pubblicazione)
     
  • Nella primavera del 1996 è uscita per la Dark Horse la miniserie di tre numeri di Gilbert Hernadez: Girl Crazy, presentata in Italia nella rivista Il Corvo Presenta (ni. 26-27-28-29 dei primi mesi del 1998), che racconta le imprese di tre ragazze, dotate più o meno di super poteri, ambientate in un mondo fantastico.
 
copertina del n.50, l'ultimo numero della serie
 

 Cronologia Italiana

  •  Storie pubblicate sulla rivista Comic Art (dal n. 42 - marzo 1988 al n. 82 - agosto 1991) edita da Comic Art:
Nr. 
42 
Sp.Estate'88-42-74 
44 
45 
46 
47 
48-49-50-54-57- 
79-80-81-83-84 
Sp.Estate'88 
70 
71 
72 
73 
75 
76-77 
78 
82 
Titolo: 
Per Amore di Carmen 
Penny Century 
Le ultime volontà di Toyo 
Matte (anche loro) 
Il bernoccolo misterioso 
Mechan X 
Mechanics 

L’albero Parlante Estate 
Tutto e anche Penny... 
Spring 1982 
Mechan-X: la compagnia delle donne sconfitte 
Locas en las cabezas 
Piccolo mostro 
Locas 
Locas: Rena la regina e la vita a 34 anni 
Bem

  
  • Nei primi anni ’90 la Macchia Nera acquisisce i diritti di Love & Rockets, ne pubblica alcune storie sulla rivista Lupo Alberto Magazine, dal nr. 0 dell’agosto 1991 al nr. 4 dell’autunno 1993, e in seguito stampa un volume dal titolo omonimo della serie: Love & Rockets.
  • Volumi Magic Press pubblicati nel 1998:
    • Love and Rockets vol.1: Benvenuti a Palomar
    • Love and Rockets vol.2: Las Mujeras Perdidas

 
Per chi fosse interessato ad approfondire l'argomento segnaliamo i seguenti siti:

Le immagini di questo articolo sono © Fantagraphics e © Hernandez Bros.
  
copertina del nr.39 di L&R
copertina del nr.40 di L&R
copertina del nr.5 di L&R
copertina del nr.80 di C.A.
copertina del primo volume della Magic Press
  
 
Indice Archivio Recensioni  News Forum
Talent Scout  Articoli  La bottega Orrori  Top Model  Redazione