Todd McFarlane

di Marcello Vaccari

Mc FarlaneTodd McFarlane è nato il 16 marzo a Calgary in Canada, e dopo 18 mesi la sua famiglia si è trasferita in California, per poi ritornare in Canada all'età di 14 anni. Nel 1984 riesce a farsi assegnare un lavoro dalla Epic/Marvel, 3 racconti di 11 pagine del personaggio Scorpio Rose, che finiscono in appendice alla testata dedicata a Coyote. Prima ancora che fossero stampati quegli albi, Roy Thomas gli offre la serie regolare di Infinity Inc, per la D.C., dove Todd si farà le ossa. Nei 24 albi che ha disegnato, il suo segno si evolve in maniera decisamente personale, nonostante fosse penalizzato dalle chine pesantissime di Alcala. Negli ultimi albi si nota già l'evoluzione grafica che lo porterà a diventare l'idolo dei fan americani. Subito dopo questo incarico, Todd inizia a disegnare Hulk per la Marvel. Inizialmente deve sottostare alle direttive editoriali che gli impongono il classico "Marvel style", ma lentamente McFarlane fa emergere il proprio stile personale, firmando alcuni memorabili storie del Golia verde. Contemporaneamente realizza anche altre cose per la D.C. tra cui i primi 2 numeri della mini Invasion e tre numeri di Detective Comics. Proprio in questo lavoro Todd si accorge che l'inchiostrazione (ancora di Alcala) non rende assolutamente giustizia ai suoi disegni, e sul terzo albo si inchiostra da solo. Da questo momento farà sempre tutto da solo, e la sua evoluzione grafica diventerà ancora più rapida. I risultati si vedono subito, appena inizia a disegnare regolarmente Amazing Spiderman. E' proprio questo lavoro che lo lancia in orbita tra i disegnatori più acclamati. Il suo segno intricato ed ipercinetico si adatta alla perfezione al personaggio. Nonostante l'elevato numero di dettagli che mette in ogni tavola, il suo disegno risulta estremamente dinamico, inoltre si sbizzarrisce con particolari da lui inventati, come la ragnatela "spaghettosa" e gli enormi occhi della maschera dell'Uomo Ragno. Il successo ottenuto con l'arrampicamuri è tale che gli viene proposto di creare una nuova testata, con la massima libertà di azione, e della quale potrà scrivere anche i testi. Ecco quindi esordire Spider-Man, che vende, grazie al trucchetto delle copertine multiple, oltre due milioni di copie, e che rimane saldamente in testa alle classifiche di vendita per tutto il periodo in cui McFarlane rimane alle redini, ovvero 13 numeri. In questa collana si evidenzia ancora maggiormente una delle caratteristiche peculiari del suo disegno, la tendenza a realizzare dei visi molto caricaturali, anzi spesso eccessivamente caricaturali, tanto da risultare anche poco riconoscibili. Inoltre un eccesso di dinamicità porta spesso ad una sgradevole sproporzione delle anatomie, con i corpi che assumono anche pose decisamente irreali. Dopo un anno di successi clamorosi, Todd decide di prendersi 6 mesi di pausa, in parte per potere accudire alla figlia appena nata, ma soprattutto per poter liberamente riunire le forze attorno ad un suo grande progetto: creare una casa editrice per la quale pubblicare un fumetto completamente suo. Nel 1992 lui, insieme a Jim Lee, Rob Liefeld, Jim Valentino, Erik Larsen e Marc Silvestri, lascia la Marvel per fondare la Image Comics, che inizialmente si appoggia alla Malibu per stampare e distribuire i propri albi. Per questa nuova casa editrice crea Spawn, che dal Maggio 1992 (in cui esce il N°1 che vende oltre un milione e mezzo di copie) ad oggi rimane saldamente nella classifica dei 10 albi più venduti d'America. Su Spawn il disegno di McFarlane raggiunge la sua piena maturità, con una grande dovizia di particolari, ed una migliore attenzione alle anatomie. I volti dei personaggi sono sempre piuttosto caricaturali, ma visto che si tratta di una sua creazione, non hanno problemi di riconoscibilità. Dal 1992 Todd ha lavorato solo su Spawn, di cui ultimamente realizza soltanto le trame e gli inchiostri.

M.V.


Cronologia

All Star Squadron (DC) N°47

The Amazing Spider-Man (Marvel) numeri 298-323, 325, 328 (pubblicato in Italia dalla Star Comics e dalla Marvel Italia)

Coyote/Scorpio Rose (Marvel) numeri 11-14

Cyberforce II (Image) N°8

Daredevil (Marvel) N°241 (pubblicato in Italia dalla Star Comics)

Detective Comics (DC) numeri 576-578 (pubblicato in Italia dalla Glenat e dalla Play Press sul volume Batman Anno Due)

Flaming Carrot N°27

G.I. Joe, A Real American Hero (Marvel) N°60

The Incredible Hulk (Marvel) numeri 330-334, 336-346 (pubblicato in Italia dalla Star Comics)

Infinity, Inc. (DC) numeri 14-37 Infinity, Inc. Annual (DC) N°1

Invasion (DC) numeri 1 & 2 (pubblicato in Italia dalla Play Press)

Spawn (Image) numeri 1-15, 20-37, 39-49 (odd issues), 50 (pubblicato in Italia dalla Star Comics e dalla Marvel Italia)

Spawn vs. Batman (Image)

Spider-Man (Marvel) numeri 1-14, 16 (pubblicato in Italia dalla Star Comics e dalla Marvel Italia)

Spitfire (Marvel) N°4

What the - ?! (Marvel) N°3 (pubblicato in Italia dalla Star Comics)

M.V.