RECENSIONI


Martin Mystere

Almanacco del Mistero 2001

192 pg. B/N Brossura L 8000

SERGIO BONELLI EDITORE

Recensione di Marco Solferini


"Docteur Mystère e gli orrori della Giungla Nera"

Natale: è tempo di almanacco e come consuetudine degli ultimi anni ritornano le avventure impossibili di un certo Docteur Mystère e del suo assistente Cigale.
Dichiaratamente inspirato alle avventure del barone di Munchausen anche in questo episodio ritroviamo una avvenente donzella e il nemico di sempre il maresciallo Radetzky, che stavolta è preda lui stesso delle angherie e delle brame di vendetta del suo fedele topo, reincarnazione del potente Suyodan. Immancabile anche l'anima del capitalismo mondiale: Cin'Ghei, pronto a sfruttare la manodopera di qualunque razza e assortito mercante di oggetti impossibile anche se ispirati a tradizioni realmente esistenti nell'antica Cina, come pure a tradizioni antiche ma veritiere sono spesso ispirati i dialoghi inerenti alla terra Indiana e al suo popolo.
Il Docteur Mystère è come sempre uomo capace di tutto e dalle mille risorse e come tale è l'alleato ideale per il "povero" maresciallo austriaco dalla parlata tipica di una barzelletta. Un turbine di eventi che non risparmia nemmeno il prode Sandokan che ci regala un cimelio musicale ogni volta che entra in scena.
Umorismo e avventura ai limiti dell'immaginabile, sono questi gli ingredienti che animano queste avventure scritte da un ispiratissimo Castelli, e che ci piacciono tanto quanto l'introduzione, dove facciamo la conoscenza di un sistema postale in linea con l'inverosimile argomento trattato.
Una menzione di merito merita senz'altro il disegnatore. Filippucci che è ottimo illustratore di queste storie: pulito ed espressivo nei primi piani sui volti e rifinito nel riprodurre i paesaggi, esaltano le sue doti anche la carta patinata.

GIUDIZIO buono

 


Indice Links Home News Forum
Talent Scout Articoli La bottega Orrori Top Model Redazione