RECENSIONI


CALVIN E HOBBES

Brossura 128 pg.
L 19.000
ED. COMIX

Recensione di Stefano Samoggia

Persino chi generalmente non e' abituato a "divorare" fumetti ha sicuramente, nel corso della sua vita, avuto occasione di leggere delle strip. Chi non si e' mai divertito con le sfortunate avventure di Charlie Brown, o con le piu' nostrane Sturmtruppen, fino ad arrivare a Lupo Alberto o Andy Cap (Carlo e Alice sulle pagine della settimana enigmistica)?
Le strisce di Calvin e Hobbes proseguono il viaggio nell'immaginario dei bambini, iniziato nel 50 da Schultz con la terribile banda di Linus e Snoopy, partendo pero' da un presupposto completamente nuovo: il mondo e' sempre visto attraverso gli occhi di Calvin (il bambino di sei anni protagonista delle strip) ed e' quindi trasfigurato. La maestra diventa un mostro alieno, l'altalena una splendida astronave, la zuppa di verdura un composto radioattivo, ecc. Ogni oggetto della casa, ogni situazione in cui ci si trova possono essere trasformate in avventure spaziali o in nuove esperienze, sempre in compagnia dell'amico del cuore, il fido Hobbes, una tigre di pezza che l'infinita fantasia di Calvin fa diventare animale in carne e ossa.
E' veramente difficile descrivere a parole l'incredibile opera compiuta da Watterson: leggendo le vignette di Calvin si viene trasportati nel suo mondo di fantasia, condividendone le sensazioni e le situazioni. Il grosso pregio di questo autore e' sicuramente la capacita' di descrivere in ogni vignetta quello che succede nella mente di un bambino di sei anni con una intelligenza unica; la paura, la curiosita', la dolcezza, la vivacita', l'allegra voglia di distruggere tutto quello che trova innanzi a se fanno di Calvin & Hobbes una delle strisce piu' riuscite di questi ultimi vent'anni.
In Italia fino ad ora sono stati pubblicati quattro volumi. L'ultimo, uscito quest'estate, dovrebbe essere ancora disponibile nelle librerie. Se avete dei bambini, se siete semplicemente curiosi di conoscere il loro mondo, o se semplicemente volete tenervi la pancia dalle risate, non potete perdere questi volumi.


GIUDIZIO


Torna alla prima paginaTorna all'indice delle recensioni