RECENSIONI


GODDESS

Mini di 8
D.C. VERTIGO
32 Pg., $ 2.95

Recensione di Marcello Vaccari

Goddess Ŕ una miniserie scaturita dalla fertilissima mente dell'inglese Garth Ennis, uno dei migliori sceneggiatori attualmente in circolazione. Lo stile di scrittura di Ennis Ŕ molto peculiare. Non ha mezze misure, e non usa metafore, ma va direttamente al nocciolo della questione, con una durezza inusitata ed un linguaggio decisamente sboccato. I suoi personaggi sono presi direttamente dalla strada, anzi per la veritÓ sembrano essere usciti da qualche ghetto. Ed anche questa serie risponde in pieno a questi canoni, con una violenza strabocchevole, eccessiva, ma, proprio per questo, grottesca e perfino comica. In poche parole la trama. Rosie si ritrova improvvisamente dotata di immensi poteri, che non riesce a controllare consciamente. Riceve l'aiuto di Mudhawk, un "eco-terrorista", della sua ragazza Sam, e di Jeff, uno strano tipo che si Ŕ innamorato di lei. Viene perseguitata dalla C.I.A., che vuole catturarla per studiarla, ed in particolare da Hooks, capo del corpo specializzato in paranormali. Durante la loro fuga alla ricerca di una spiegazione, si sprecano uccisioni, stragi ed altre amenitÓ, tutte illustrate con grande dovizia di particolari da Phil Winslade, altro inglese, che ci dona il vero pezzo forte della miniserieá: disegni stupendi, dettagliatissimi e dinamici, colorati in modo splendido, quasi dipinti. Alla fine scopriamo che Rosie Ŕ in realtÓ lo "spirito guida" della terra, che aveva dimenticato la sua condizione di Dea per rimanere tra gli uomini. Si potrebbe definire una favola ecologista, se non fosse per la violenza che strabocca in ogni albo, stemperata solo da uno humor nero tipicamente inglese. Consigliata per gli stomaci forti e per gli ecologisti sfegatati.


Torna alla prima paginaTorna all'indice delle recensioni