BATMAN 16

[Image: 081610Batman16-LaResurrezioneDiRaSAlGhulPrologo(1).JPG]BATMAN 16
Testi di Peter Milligan, Keith Champagne, Grant Morrison, disegni di David López, Jason Pearson, Tony Daniel
96 pagine, colore, spillato, formato 17×26, 4.95 Euro
Planeta De Agostini

Origini e resurrezione di Ra’s Al Ghul: è l’inizio di un convoluto sbadiglio in troppi atti in salsa mistica, che vedrà il ritorno in scena di uno dei villain più conosciuti del Pipistrellone. Come se ce ne fosse stato il bisogno.

articolo di : Paolo D’Alessandro
Il misterioso Fantasma Bianco è deciso a utilizzare Damian Wayne, figlio di Batman e Talia al Ghul, come ospite per la resurrezione del suo temibile maestro, Ra’s al Ghul. Ma Batman, che sta indagando sulla scomparsa di due ecologisti, è sulle loro tracce…
La resurrezione dei personaggi dei fumetti, lo sappiamo, è inevitabile. Tranne le dovute e monolitiche eccezioni (i genitori di Bruce Wayne, zio Ben per Peter Parker), l’unica certezza dei fumetti è che si risorge. Ed è legittimo, specie per un personaggio come Ra’s al Ghul che ha fatto della longevità lo scopo della sua esistenza. E questa volta, dopo appena tre anni, tocca proprio alla vecchia cara “Testa del Demone”.
A parte la simpatica parentesi di Damian tratta da Robin Annual, le storie di Milligan e Morrison qui pubblicate dovrebbero mettere un po’ di carne a bollire in attesa del lungo evento che si dipanerà sulle testate gravitanti attorno al Cavaliere Oscuro. Ma il risultato smonta ogni interesse: Milligan si limita a introdurre una nuova variabile dell’equazione, in una storia che per metà è meramente biografica, per metà è una normalissima (e anche ben scritta, in realtà) detective story con protagonista Batman; Morrison invece gioca a fare lo sceneggiatore di film d’arti marziali, in un prologo che avrebbe anche qualche motivo d’interesse, se non fosse terribilmente diluito. Aridatece Bruce Lee, insomma.
Un vero peccato, considerando anche la scelta dei disegnatori: Lopez ha un bellissimo segno sintetico e cartoonesco, godibile malgrado la cronica economia sulle ombre, e che proprio per questi motivi male si adatta a una storia che si vorrebbe quanto più cupa e inquietante possibile; Tony Daniel, nuovo disegnatore regolare della testata di Batman, è invece un legnosissimo mestierante che, malgrado gli sforzi, ha ancora molto da imparare per quanto riguarda dinamica e recitazione dei personaggi.
Lettura consigliata solo ai completisti e ai maniaci di continuity.

 

Immagini e marchi registrati sono © dei rispettivi autori e degli aventi diritto e vengono utilizzati su Glamazonia.it esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi