THE SYSTEM, la recensione (agosto 1996)

testata

RIPROPOSTA


THE SYSTEM

Mini di 3
D.C. VERTIGO Vérité

maggio-luglio 1996


32 Pg., $ 2.95

Recensione di Marcello Vaccari

Nuova sottoetichetta della D.C. Comics, Vertigo Vèritè inizia subito con una grande miniserie. Scritta e disegnata da Peter Kuper, The System è una tragedia urbana, che si compone di tante piccole storie che si incrociano in continuazione, nell’ambito di una grande metropoli americana, ed in particolare elemento focale del tutto è la metropolitana. La narrazione avviene esclusivamente per immagini, non vi è infatti nessun dialogo, e gli unici scritti che si vedono sono i titoli dei giornali che vengono occasionalmente letti dai vari personaggi. I disegni sono fatti come se fossero disegnati con la bomboletta spray sui muri, con uno stile post-moderno veramente affascinante, ma anche assolutamente chiaro e leggibile. E’ una storia di disperazione e solitudine, ma anche di speranza, sebbene il finale non ne lasci molta. A tratti ricorda quegli amari ritratti cittadini realizzati dal grande Will Eismer, e come quelli, questa miniserie è da considerare un piccolo capolavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi